09
Nov

Botti 2015: Costacciaro vince la gara e scrive il nuovo record. Ecco cosa è successo domenica.

Doppia vittoria per l’hostaria de la porta che stravince l’edizione 2015 della Corsa delle Botti di Costacciaro andata in scena lo scorso weekend. Due giorni di festa per il piccolo borgo ai piedi del Cucco. Sabato sera è stata la volta dell’hostaria de la Rocca con la festa a Villa Col de’Canali. Musica, castagne e vino novello hanno accompagnato la festa nella frazione, che si è conclusa con la tradizionale torta e un piccolo spettacolo pirotecnico.

Domenica mattina sono stati invece i Tamburini di Costacciaro a svegliare i due capottatoli: Dario Bei per le frazioni e Piero Bucciarelli per il capoluogo. Dopo il pranzo alle rispettive taverne e la visita al cimitero comunale, il centro storico è stato invaso dalle due squadre e dal ricco corteo che hanno percorso le vie della città accompagnati dal singolare suono dei Tamburini di Costacciaro e Fossato di Vico. Durante la sfilata anche l’esibizione di balli popolari e la presentazione delle due “mini-botti” con rispettivi mini-bottaioli che si pensa possano disputare la loro gara già dal prossimo anno. Il corteo è proseguito poi verso la chiesa di San Francesco dove le botti sono state benedette dal parroco Don Nando.

Ecco la gara. Conto alla rovescia e colpo dei tamburini. Nella prima manche, la squadra della Porta parte in anticipo rispetto al colpo di tamburo e viene quindi penalizzata con 1 secondo nel risultato finale. Procede comunque la corsa lungo i 650 metri di percorso, tra curve, discese e salite.

La seconda manche procede regolarmente. Dopo un primo distacco tra le botti, Costacciaro raggiunge gli avversari negli ultimi metri. Al taglio del traguardo esplode la folla, per l’evidente vittoria della Porta, ma i tempi, ancora segreti, fanno pensare ad un risultato ribaltato causato dalla penalità della prima manche.

Sul palco, dopo il discorso del sindaco, che ha ricordato lo spirito della festa e l’importanza che l’evento sta assumendo negli anni, il nuovo presidente, dell’associazione corsa delle botti, Patrizio Bartoletti “desidero ringraziare tutti i consiglieri, chi da mesi sta organizzando, le associazioni, gli esercizi commerciali del comune per il contributo fondamentale, i volontari, i capobottaioli e tutti i corridori. Dallo scorso anno la festa è stata inserita nel club italiano sport goliardici, quest’anno siamo entrati nel calendario ufficiale  delle feste regionali, ed abbiamo per questo ricevuto anche il contributo della Regione Umbria, stiamo diventando grandi, chissà cosa ci aspetta il futuro! Stiamo pensando anche alla corsa per i più piccoli

“Sono da sempre legato a Costacciaro e ai miei amici, nonostante ormai da anni vivo in Francia”Piero Bucciarelli, capobottaiolo vincitore dell’edizione 2015-  “Ho corso la prima volta nel 2010 provando delle sensazioni uniche che ogni anno mi riportano qui. C’è la paura di sbagliare un cambio, di non “frenare” la Botte in discesa in uno dei tratti più pericolosi, e poi quel pensiero fisso di distaccare l’avversario. Ma c’è anche la gioia e le lacrime durante la lettura dei tempi, l’assegnazione di un nuovo record. Sono arrivato solo qualche settimana fa ed ho scoperto di essere stato eletto capitano. Una grande emozione alla quale si è aggiunta oggi la vittoria e il nuovo record. Ci vediamo il prossimo anno!”

La giornata è poi terminata all’hostaria de la Porta con la musica di Marco e Claudia.

Ma ecco i tempi e il momento che ha scritto il nuovo record della Corsa.

Prima Manche
Hostaria de la Porta: 
1.44.53 (1.43.53 +1sec di penalità)
Hostaria de la Rocca: 1.47.23

Seconda Manche
Hostaria de la Porta: 
1.43.67 RECORD
Hostaria de la Rocca: 1.47.05

L’associazione dà appuntamento alla presentazione del video di questa edizione durante le festività natalizie. Mentre sul sito è già partito il countdown per la corsa 2016

Share
0 comment