15
Nov

Corsa 2016: Costacciaro vince con il sorpasso

Il video ↓↓

 

Corsa delle Botti 2016
Posted by Creatix on 16/11/2016

 

Ci sono volute alcune ore per l’Associazione Corsa delle Botti, che cura ed organizza la manifestazione, per confermare e validare l’edizione 2016 della Corsa delle Botti, una gara che tra le immancabili polemiche, ha scritto sicuramente un capitolo inedito nella storia della Festa.

Ma andiamo con ordine. Sabato sera è toccato all’Hostaria de la Rocca aprire i festeggiamenti presso la frazione di Villa Col de’ Canali, dove con castagne e vino novello le due squadre hanno ballato fino a notte fonda, nonostante la temperatura e la cima innevata del Cucco.

Domenica mattina sono stati i Tamburini di Costacciaro a svegliare i due capobottatoli Dario Bei per le frazioni e Piero Bucciarelli per il capoluogo e ad aprire il suggestivo Mercatino dell’Artigianato all’interno del ritrovato Palazzo Ducale. Dopo il pranzo alle rispettive taverne e la visita al cimitero comunale, il centro storico è stato invaso dalle due squadre e dal ricco corteo che ha percorso le vie della città accompagnato dal singolare suono dei Tamburini di Costacciaro e Fossato di Vico. Il corteo è proseguito verso la chiesa di San Francesco dove le botti sono state benedette dal parroco Don Ferdinando, per poi terminare alla piazza del Monumento dove era stata organizzata anche un’esibizione di balli popolari.

Ecco la gara. L’ordine di partenza ha visto nella prima manche la squadra della Porta in prima posizione, mentre quella della Rocca nella seconda. Nel primo giro i quaranta bottaioli si sono succeduti lungo i 650 metri di percorso, tra curve, discese e salite, arrivando al traguardo a pochi secondi di distanza. La seconda manche, quella decisiva, ha invece visto accadere il famoso sorpasso. Stando ai video, che l’Associazione ha voluto vedere più volte anche in questi giorni per poter confermare il risultato, la gara sarebbe andata così: partenza regolare per entrambe le squadre che hanno iniziato la gara lungo il Corso, alla curva della Torre dell’Orologio però, la botte delle frazioni ha preso un’altra direzione, capovolgendosi su un lato e andando fuori percorso. Dopo il repentino recupero ha quindi continuato la gara ma, nel successivo cambio qualcosa è andato storto causando la caduta del timone. Proprio in questo momento, anche per evitare di causare incidenti, la squadra del capoluogo avrebbe fatto il sorpasso. Lo stupore della folla all’arrivo è stato quindi inevitabile e tra chi invocava il regolamento e chi festeggiava, la premiazione è stata ritardata.

Il regolamento. E’ stato necessario sfogliare il regolamento della Corsa, quello che dal 2009 i ragazzi hanno riscritto per cercare di regolarizzare tutta la manifestazione nel pieno rispetto della tradizione e della sicurezza. Come illustrato dall’attuale presidente dell’Associazione Giulia De Montis, l’articolo 47 dice che “Il regolamento di gara ammette il sorpasso, purché vi siano condizioni di sicurezza idonee da garantire l’incolumità di persone e cose”.

La premiazione è quindi proseguita con la consegna del trofeo al capobottaiolo dell’Hostaria de la Porta Piero Bucciarelli: “Grazie a tutti per l’impegno, all’Associazione che ogni anno organizza la Corsa e alla mia squadra che in questi ultimi due anni ha segnato la storia: il record e il primo sorpasso. Ci vediamo il prossimo anno, anche con un piccolo bambino!” e con l’invito del parroco e del sindaco di Costacciaro a vivere questo evento come un momento di unione collettivo.

La festa è continuata in piazza con Romik One Man Band e all’Hostaria de la Porta con la musica di Yuri & Giorgia.

L’Associazione, dopo il controllo video, conferma e pubblica i risultati

Prima Manche
Hostaria de la Porta: 
1.46.23
Hostaria de la Rocca: 1.50.63

Seconda Manche
Hostaria de la Porta: 1.50.21
 SORPASSO
Hostaria de la Rocca: 1.58.39

L’associazione dà appuntamento alla presentazione del video di questa edizione durante le festività natalizie.

Share
0 comment